Articoli

occhio secco lipi flow - CIOS - Centro Italiano Occhio Secco

Una delle possibilità terapeutiche nei confronti della Sindrome dell’Occhio Secco è il trattamento con Lipi Flow. Il trattamento si rivela non solo efficace nel controllo dei sintomi, ma spesso anche risolutivo nei confronti della patologia stessa. A patto che questa sia causata da un’ostruzione delle ghiandole di Meibomio. Ma cosa sono le ghiandole di Meibomio? E in cosa consiste il Lipi Flow? E in quali casi è utile? Approfondiamo assieme l’argomento. 

Perché le ghiandole di Meibomio sono così determinanti per la corretta lubrificazione oculare?

Le ghiandole di Meibomio sono collocate sul bordo palpebrale sia inferiore e che superiore ed hanno il ruolo di secernere la componente lipidica delle lacrime. Qualora queste si ostruiscano, le lacrime risulteranno impoverite, con una prevalenza di sostanze acquee e mucose. E saranno più propense ad evaporare rapidamente. Di conseguenza, l’occhio andrà incontro ad una sensazione di secchezza e di irritazione che presto assumerà carattere di cronicità ed innescando la Sindrome dell’Occhio Secco. Quando questo accade, si parla di Sindrome dell’Occhio Secco di tipo evaporativo. Per trattare la patologia dunque, si individuano soluzioni terapeutiche e trattamenti che aiutino le ghiandole di Meibomio a sbloccarsi e sfiammarsi. Una di queste soluzioni prende il nome di Lipi Flow.

In cosa consiste il trattamento con Lipi Flow?

La tecnologia che sta alla base del trattamento con Lipi Flow ha l’obiettivo di sbloccare le ghiandole di Meibomio ostruite e di favorire il ritorno di un buon equilibro idro lipidico a livello del film lacrimale, di fatto correggendo l’eccessiva evaporazione e la conseguente secchezza oculare. Il trattamento si basa sul concetto di pulsazione termica: grazie ad uno speciale macchinario collocato sulla palpebra, si va ad esercitare una combinazione di movimenti pressori e di somministrazione di calore sulle palpebre. Il trattamento interessa entrambe le palpebre, è di breve durata ed è totalmente indolore. Anzi, la maggior parte dei pazienti che vi si sottopone riferisce di provare sensazioni di grande benessere.

Quando è indicato il Lipi Flow?

Il trattamento con dispositivo Lipi Flow, se praticato con costanza nel rispetto dei tempi e dei protocolli di cura suggeriti dallo specialista, può regalare sollievo sul lungo periodo ed essere anche risolutivo nei confronti della patologia. Tuttavia, il trattamento è consigliato solamente ai pazienti affetti da Sindrome dell’Occhio Secco causata da ostruzione delle Ghiandole di Meibomio. Sarà cura dello specialista, in fase diagnostica, effettuare una serie di test mirati per stabilire le cause precise della sindrome. Un test particolarmente utile per capire se la sindrome è causata da ostruzione dei dotti lacrimali è proprio la Meibografia o Studio del Film Lacrimale.

Leggi anche: la diagnosi dell’occhio secco

Vuoi saperne di più?

Pensi di soffrire di Sindrome dell’Occhio Secco ma non ne sei sicuro? Oppure ne sei affetto e non ne conosci le cause? O ancora, vorresti sapere se il trattamento con dispositivo Lipi Flow potrebbe fare al caso tuo? Chiamaci dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 6361 1970, saremo lieti di occuparci del tuo benessere oculare.

 

 

 

luce pulsata - CIOS - Centro Italiano Occhio Secco

La scienza e la tecnologia applicate al settore della medicina e della chirurgia sono da sempre impegnate in un percorso incessante di studio e ricerca: l’obiettivo, quello di individuare soluzioni utili ed accessibili in grado di favorire il benessere della collettività. Un benessere che non si esaurisca nella sola cura delle patologie, ma che riguardi anche, ove possibile, la prevenzione ed il follow up. Questo discorso vale anche per la Sindrome dell’Occhio Secco, una patologia il cui bacino di diffusione, sia in termini numerici che demografici, sta aumentando di pari passo rispetto all’espansione di altri fenomeni ad essa strettamente collegati: l’uso dei device elettronici, il surriscaldamento globale, l’inquinamento dell’aria sono alcuni di essi.

Presso il CIOS la tecnologia è di casa

La Sindrome dell’Occhio Secco è, oggi, una patologia cronica finalmente riconosciuta ed accettata come tale da medici e specialisti di tutto il mondo. Se fino a pochi anni fa i sintomi della Sindrome dell’Occhio Secco erano interpretati come noiosi fastidi tipici delle donne in menopausa, oggi la patologia riveste un ruolo di primo piano nell’ambito dell’oftalmologia al pari di molte altre più note, come il glaucoma o la cataratta. Ne sono affette, infatti, persone di qualunque età, inclusi pazienti pediatrici. In questo contesto, il Centro Italiano Occhio Secco si pone come centro d’eccellenza votato alla cura dei pazienti affetti da Sindrome dell’Occhio Secco e si avvale delle più moderne tecnologie.

Tecnologie utili alla diagnosi dell’occhio secco

La tecnologia è presente durante tutta la fase diagnostica: si pensi all’uso della lampada a fessura, dell’interferometro e del Polaris CSO.

  • Lampada a fessura: serve per eseguire la biomicroscopia digitalizzata, un test che si effettua per osservare le strutture anteriori dell’occhio e della palpebra;
  • L’interferometro: si tratta di uno strumento non invasivo che permette di osservare la composizione delle lacrime. Grazie a questo esame, il medico può accertare la presenza o meno dello strato lipidico (fondamentale per una buona funzione della lacrima), la sua distribuzione e la sua collocazione precisa.
  • Polaris CSO: è un esame volto a valutare la qualità del film lacrimale, la sua composizione e la sua distribuzione a livello delle strutture oculari.

Luce pulsata e Lipiflow: tecnologie utili per la terapia dell’occhio secco

La tecnologia d’avanguardia si pone al servizio dei pazienti con Sindrome dell’Occhio Secco anche sul fronte della terapia. I due trattamenti ad apporto tecnologico dei quali oggi è possibile avvalersi, sono la luce pulsata ed il lipiflow.

  • Luce pulsata: presso il CIOS è possibile sottoporsi ad un trattamento a base di luce pulsata di ultima generazione pensato appositamente per i pazienti affetti da Sindrome dell’Occhio Secco. La soluzione prende il nome di Intense Regulated Pulsed Light, ed è un dispositivo di ultima generazione basato su una luce pulsata policromatica.
  • Lipiflow: si tratta di un trattamento a pulsazione termica, che abbina quindi meccanica e calore, per sbloccare i dotti delle ghiandole di Meibomio ostruiti.

Luce pulsata per il trattamento della Sindrome dell’Occhio Secco. L’Intense Regulated Pulsed Light

L’Intense Regulated Pulsed Light è un macchinario di ultima generazione presente solamente in pochi centri d’eccellenza ed utilizzato per trattare con successo la Sindrome dell’Occhio Secco causata da Meibonite. Grazie ad una speciale luce pulsata policromatica, le ghiandole di Meibomio vengono stimolate a riprendere la loro normale funzione. La seduta ha la durata di pochi minuti ed è indolore. Il paziente viene fatto accomodare su un lettino dopodichè vengono applicati alcuni flash luminosi a livello della palpebra inferiore, dall’interno verso l’esterno (dal naso verso la tempia). Per ottenere un risultato soddisfacente, si tenga presente che la terapia completa include 4 sedute durante le quali vengono trattati entrambi gli occhi. I trattamenti sono indolori, semplici da ricevere ed efficaci.

Vuoi saperne di più?

Chiamaci dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 63611970.