La buona salute si conquista (e si conserva) a partire dalla buona tavola. Mangiare bene e mangiare sano è, difatti, uno dei piccoli grandi segreti per aiutare il nostro organismo a mantenersi efficiente, nutrito ed idratato. Ed in questo, gli occhi non sono da meno. In particolare, vi sono alcune patologie oculari la cui comparsa può essere prevenuta o ritardata anche grazie ad uno stile di vita sano e virtuoso. Tra queste, la Sindrome dell’Occhio Secco. Vediamo dunque come l’alimentazione può aiutare chi è affetto da questa patologia. 

Occhio secco e alimentazione: l’importanza delle vitamine

Le vitamine rivestono un ruolo di primo piano nel mantenimento di una buona lubrificazione oculare. L’occhio secco si contrasta dunque anche con l’alimentazione, introducendo nella dieta tante vitamine e microelementi preziosi. 

Di particolare importanza è la vitamina A, fondamentale per preservare la buona salute ed il corretto funzionamento proprio delle strutture oculari, oltre che a garantire il mantenimento della giusta idratazione. Una carenza di vitamina A può condurre infatti ad una secchezza generalizzata. Questa secchezza non interessa solamente l’apparato visivo, ma anche la pelle e le mucose respiratorie.

La vitamina B6 ha il ruolo di trasportare la vitamina A e di favorire la sintesi dell’emoglobina nel sangue. A sua volta, l’emoglobina è fondamentale per favorire una buona ossigenazione dei tessuti.

Ancora, per mantenere l’occhio ben lubrificato ed idratato, l’organismo ha bisogno di un buon apporto di vitamina C e di potassio. La vitamina C esercita una funzione protettiva della superficie oculare nei confronti delle radiazioni ultraviolette e di potenziali danni causati da agenti fisici e chimici (sole, vento, inquinamento). Secondo quanto riportato da una ricerca scientifica, le persone affette da diabete mellito sono maggiormente esposte al rischio di sviluppare una secchezza oculare cronica in virtù della carenza di vitamina C (acido ascorbico) che li contraddistingue. Per quanto riguarda il potassio, invece, esso si comporta come antagonista del sodio, andando dunque a regolare l’equilibrio tra fluidi presenti dentro e fuori le cellule e rivestendo al contempo un ruolo essenziale nel mantenimento di una buona idratazione generale del nostro organismo.

Infine, anche lo zinco aiuta a mantenere una buona idratazione di tutto l’organismo, con effetti tangibili tanto a livello di funzionalità dei sistemi ed apparati che lo compongono, quanto a livello di salute della pelle e degli annessi cutanei.

Quali alimenti contengono le vitamine e gli elementi nutritivi sopra elencati?

  • Vitamina A: si trova nella frutta e verdura di colore giallo, arancio, rosso e nella verdura a foglia;
  • Vitamina B6: presente nelle farine integrali, in banane, frutta secca, lievito di birra e riso;
  • Vitamina C: ne sono abbondanti agrumi, kiwi, fragole, peperoni, broccoli, lattuga;
  • Potassio: comunemente abbondante in patate, banane, albicocche, soia, vegetali verdi e cereali integrali.
  • Zinco: nei cereali integrali e nei legumi.

Il consiglio è quello di mettere in tavola una buona varietà di alimenti nell’arco della settimana, senza eccedere nelle dosi e prediligendo sempre frutta e verdura di stagione. Al contrario, è bene limitare l’assunzione di cibi particolarmente grassi che possono indurre un’ipercolesterolemia. Tra questi, le carni rosse, gli insaccati ed i formaggi, che non è necessario bandire del tutto, ma assumere con moderazione. Banditi saranno invece il fumo e, se possibile, l’alcol.

Leggi anche: 5 consigli per combattere la sindrome dell’occhio secco a tavola 

Last but not least: l’acqua

Al fine di aiutarci a contrastare l’occhio secco con l’alimentazione, non si dimentichi poi di bere molta acqua. Può sembrare una banalità, ma uno dei segreti per ritardare o prevenire la comparsa e l’avanzamento di molte patologie oculari è quello di bere molta acqua. Introdurre almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno aiuta a mantenere il corpo ben idratato. In più, favorisce il buon andamento di innumerevoli funzioni dalle quali dipende direttamente il nostro benessere.

Idratazione ed alimentazione contro occhio secco: basteranno?

Un buon livello d’idratazione ed un’alimentazione corretta, sana ed opportunamente varia possono rivelarsi di grande aiuto nel combattere e migliorare anche sensibilmente l’insieme dei sintomi posti in essere dalla Sindrome dell’Occhio Secco. Tuttavia, non si dimentichi che l’occhio secco è una patologia oculare vera e propria che può avere innumerevoli cause: in quanto tale, dev’essere presa in carico e trattata opportunamente da uno specialista.

Vuoi saperne di più?

Se soffri di secchezza oculare cronica, metti in pratica i consigli sopra descritti e non dimenticare di chiedere il parere di uno specialista. Il Centro Italiano Occhio Secco è a tua disposizione dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 6361 1970.